I fan di Lobo sparsi in tutto il mondo possono finalmente tirare un sospiro di sollievo: l'Uomo sta tornando; e sarà nuovamente quello di un tempo. 

Come molti di voi sanno, infatti, Lobo è un personaggio della DC Comics, apparso per la prima volta nel 1983 su Omega Men # 3. Creato dall'artista Keith Giffen e dallo scrittore Roger Slifer, Lobo ha da subito riscosso un grande successo tra il pubblico, tanto da guadagnarsi nel 1990 la sua prima serie regolare Lobo: The Last Czarnian con i disegni del grande Simon Bisley.

L'enorme successo riscosso su questa e su altre miniserie, diede a Lobo la possibilità di comparire su tantissime testate regolari della DC Comics e di affrontare molti tra i personaggi più famosi della casa editrice statunitense, tra cui ricordiamo Superman, la Justice League, Aquaman, Wonder Woman, Guy Gardner e Batman.

Insomma, nel giro di poco tempo, Lobo è diventato un personaggio di culto, un character di rottura in grado di generare grandi vendite anche con un piccolo cameo. Tutto questo, fino a quando non è giunto il reboot dell'Universo DC chiamato New 52, che ci ha presentato questo "Lobo":

 

Un Lobo più magro, con un'acconciatura differente e soprattutto privo della geniale caratterizzazione che tanto successo aveva portato al personaggio. Per cui, la serie a lui dedicata, iniziata nell'ottobre del 2014 negli States, viene inevitabilmente chiusa già nel 2015, dopo soli 13 numeri, con i fan storici che non sembrano apprezzare (per usare un eufemismo) questa versione "fighetta" di Lobo, troppo lontana dallo spirito originario del personaggio.  

Con l’avvento del rilancio Rebirth, però, la DC Comics è ritornata sui suoi passi, riportando il nostro Lobo ai fasti di un tempo (o almeno si spera), all'originale design e inserendolo addirittura nella nuova JLA guidata da Batman, all'interno dell'evento Justice League VS Suicide Squad.

La novità di giornata però sta nel rapporto tra il redivivo, storico Lobo e la versione "fighetta" del New 52.

Proprio qualche giorno fa, infatti, sulle pagine di Hal Jordan and the Green Lantern Corps #12, nel corso di una battaglia tra i protagonisti della serie e la Lanterna Arancione Larfleeze, alleatasi con Brainiac, si vede la Lanterna Verde Guy Gardner afferrare casualmente una delle famose teche di vetro di Brainiac, all'interno della quale troviamo proprio il Lobo versione  New 52. A quel punto, quando Guy tenta di lanciare il contenitore come se fosse un'arma (rischiando di liberare il personaggio al suo interno), Hal Jordan implora il collega di lasciarlo integro e di riporlo su uno scaffale, sottolineando come la scelta migliore sia quella di lasciare per sempre quel personaggio da parte.

In definitiva, rivedremo Lobo (quello vero!), sulle pagine di Justice League of America, che debutterà negli USA mercoledì 8 febbraio; mentre la sua versione "fighetta" rimarrà presumibilmente su uno scaffale custodito dal Corpo delle Lanterne Verdi, nascosto da qualche parte in profondità, nel profondo del Settore 2814.

da CBR

Bellissima l'autocritica, però che degli eroi incarcerino per l'eternità un essere vivente solo perchè "è meglio" fa rabbrividire....

#1
Inserisci Commento

ilbardelfumetto

Benvenuto nel SocialNERDWork dedicato al mondo dei Comics, Manga, Cinema e Serie TV. Fai sentire la tua voce, registrati.

Connettiti via